Vai alla scheda: prima - precedente - seguente - ultima

Si CT 031: Grotta di Monte Arcýmis

Si CT 031: Grotta di Monte Arcýmis
 

Sinonimi:  Grotta della Arcimisia
Comune:  Zafferana
LocalitÓ:  Ilice
I.G.M.:  262 III SO M. Etna Sud (1969)
Latitudine N:  37░ 41' 12"
Longitudine W:  15░ 04' 13"
U.T.M.:  
Quota:  1150
G.P.S. (geo):  
G.P.S. (utm):  
Sviluppo:  105
Dislivello:  2
Idrologia:  Secca
PercorribilitÓ:  Difficile
Andamento:  Orizzontale
Terreno:  Lave del 1792



Itinerario:  Salendo da Zafferana lungo la carrozzabile che conduce al Rifugio Sapienza (SP 92), giunti al tornante di q 1119, in vista di M. Arcimis, si imbocca una mulattiera in direzione sudovest. Si entra in una proprietÓ privata superando una sbarra e si percorre la mulattiera per 500 m sino al suo termine presso un grosso muro a secco in vicinanza di una casa rurale in un frutteto. Si prosegue quindi lungo un sentiero in direzione sud, attraversando una dagala dove si trova un boschetto di castagni. Si perviene cosý ad una colata lavica dove si osservano i resti di un ovile. Da questo punto sono visibili gli ingressi della grotta.

Descrizione:  Trattasi di una galleria di scorrimento articolata in pi¨ rami con alcuni tratti interrotti da crolli della volta. Solamente il ramo a sud si percorre comodamente, gli altri sono angusti e l'asprezza della roccia lavica rende penoso il procedere. Il pavimento Ŕ in prevalenza costituito da lava a superficie unita ed in qualche tratto da scorie saldate. Sulle pareti e sulla volta si osservano lamine e bran- delli di lava lunghi alcuni centimetri e stalattiti da rifusione. In questa cavitÓ sono state notate numerose ragnatele, la presenza di farfalle e pipistrelli; all'estremitÓ nord sono stati rinvenuti diversi aculei di istrice e ossa di roditori. Muretti a secco sono visibili davanti a due degli ingressi.

Bibliografia:  Brunelli F., Scammacca B.,1975; Bella S., 1980; Bella V. Brunelli F., Cariola A., Scammacca B.,1982

Iconografia: